Le colline del Prosecco Superiore

Le colline che sinuosamente si muovono verso Valdobbiadene, aprendosi in piccole valli dalle intense sfumature di verde che incontrano il giallo dell’uva, regalano lunghissime distese di filari, case di campagna e una quiete per gli occhi che si respira.

Qui si vive nel calmo paesaggio di uno tra i più suggestivi fotogrammi del nostro Paese. La dolcezza di questi luoghi, armoniosi e sereni come certi pomeriggi di una tarda estate, si incontrano con il piacere di un vino che racconta fedelmente un territorio, la sua gente, la sua storia e le vive tradizioni che ne sono cartina di tornasole, espressione fedele e forte legame di continuità. Proprio così, un vino è la sua terra, i suoi luoghi.

I colli di Valdobbiadene, i borghi, le frazioni, i casolari, le famiglie che si trovano in questo perimetro ci parlano di un’uva, di un vino, di effervescenti, sottilissime bollicine che armoniosamente si muovono in un calice. Per una ventina di chilometri, tra dolci paesaggi collinari, piccoli paesi e angoli suggestivi lo si sente sulla pelle, questo nettare profumato.

Vini Fiorotto